Giornata Mondiale dell'igiene delle mani

5 consigli per una corretta igiene delle mani negli uffici

Sapevi che un gesto semplice come lavarsi le mani, può contribuire a salvare centinaia di migliaia di persone ogni anno?
Continua a leggere per scoprire di più…

La mancanza di dispositivi, sapone e igienizzante per le mani, o di programmi di sensibilizzazione rispetto all'importanza di lavarsi le mani, espongono maggiormente le persone al rischio di contrarre malattie che incidono sulla loro salute. Cattive abitudini di igiene non sono solo un problema nei paesi in via di sviluppo.

Oggi le persone trascorrono la maggior parte del tempo sul posto di lavoro e all’interno degli uffici. Germi e malattie possono diffondersi facilmente in questi ambienti.
Un sondaggio Initial ha rilevato che la pulizia delle mani viene effettuata raramente, rispetto alle volte in cui una persona utilizza i bagni pubblici, anche in ufficio.

In particolare sono emersi i seguenti dati:

  • Il 33% degli intervistati usa uno smartphone in bagno sul luogo di lavoro
  • Il 12% introduce cibo o bevande all’interno dell’area bagno
  • Il 37% non si lava le mani se ha poco tempo a disposizione

L'84% degli impiegati afferma di lavarsi le mani dopo aver utilizzato il bagno, mentre una ulteriore ricerca Initial suggerisce che in realtà questa percentuale corrisponde solo alla metà. Inoltre il 32% delle persone a volte o sempre utilizza postazioni temporanee all’interno di open space e il 49% dichiara di mangiare mentre è alla scrivania: la potenziale diffusione di germi diventa elevata.

Uno degli intervistati del nostro sondaggio, ha dichiarato: "La cosa che infastidisce di più in ufficio circa l'utilizzo dei servizi igienici, sono le persone che non si lavano le mani dopo aver utilizzato il bagno. Devo provare ad uscire dalla toilette, senza toccare le maniglie delle porte, per evitare di contaminare le mani appena lavate e asciugate. ”
In effetti, il 42% degli intervistati evita di stringere la mano a qualcuno che ha appena usato il bagno.

Diverse possono essere le cause che mettono le persone in condizioni di non lavarsi le mani: dalla mancanza di sapone o asciugamani (20%) alle code da evitare per il lavandino o l'asciugamani (14%), dalla presenza persistente di un cattivo odore (16%) alla presenza di lavandini sporchi ( 15%). 
La responsabilità di avere delle mani pulite spetta sia al singolo individuo, sia alle condizioni igieniche del bagno in generale, ma anche l'educazione delle persone su come avere delle mani igienizzate, può svolgere un ruolo importante nel promuovere un'azione positiva!

I consigli per l'igiene delle mani sul posto di lavoro

Ai germi piace "andare in giro", ma ci sono alcuni semplici consigli che possono contribuire ad impedire loro di farlo:

  1. Incoraggiare i dipendenti a praticare una corretta igiene delle mani. Lavarsi le mani regolarmente e accuratamente aiuta a ridurre e a rimuovere batteri e virus potenzialmente dannosi. La nostra ricerca mostra che le punta delle dita e il pollice spesso non vengono lavati correttamente: ecco una guida pratica per farlo bene.
  2. Semplici iniziative, come volantini educativi appesi vicino ai lavandini, incoraggiano i lavoratori a lavare, asciugare e igienizzare le mani correttamente, scoraggiando l'uso degli smartphone nel bagno. Uno smartphone introdotto in bagno sarà inevitabilmente coperto di germi e batteri. Usare subito dopo il telefono, dopo essersi lavati le mani, annulla il lavaggio delle mani, mettendo a rischio se stessi e i colleghi a nuovi batteri e virus.
  3. Investire in soluzioni corrette per la cura e l’igiene dell'aria, aiuterà a neutralizzare i cattivi odori e a profumare in modo intelligente l'aria in tutto il bagno, mentre l'uso di saponi che rispettano la pelle andrà a beneficio delle persone che non amano usare saponi per paura di stressare e seccare la pelle delle mani. Prendi in considerazione l'idea di installare dispenser di sapone ed igienizzanti no-touch, che aiutano a promuovere l'igiene delle mani eliminando la necessità di contatto e - successivamente - la diffusione di germi.
  4. Gli igenizzanti per le mani, consentono di contrastare la diffusione dei germi e dovrebbero essere disponibili anche all’interno di uffici e zone comuni.
  5. Le aziende dovrebbero garantire una pulizia regolare e approfondita nelle aree comuni degli uffici, come le sale mense e zone di attesa. I ripiani di scrivanie e scaffali devono essere puliti regolarmente con salviette antibatteriche. Raccomandiamo alle aziende di effettuare una pulizia professionale profonda almeno due volte all’anno per prevenire l’accumulo di sporco nascosto e la proliferazione di batteri.

Una toilette comune pulita equivale a mani pulite per tutti

Il nostro studio ha dimostrato che il 61% delle persone, desidera strutture per bagni più puliti nella propria sede di lavoro. Strutture più pulite e più igieniche incoraggiano e migliorano le abitudini di igiene del personale. I datori di lavoro dovrebbero pensare ad investire in bagni dotati di tutti i comfort.

La mancanza di strutture adeguate per il lavaggio delle mani o di programmi di sensibilizzazione aumenta il rischio per le persone in tutto il mondo di contrarre malattie, ma la scarsa igiene delle mani è anche la principale causa di malattie dell'ufficio.

La ricerca commissionata da People HR attraverso un sondaggio online di 2.002 adulti del Regno Unito all'inizio del 2019 ha rivelato che il 66% delle persone è costretto a lavorare con raffreddore e influenza. Negli Stati Uniti, la perdita di produttività correlata alla malattia costa alle imprese 530 miliardi di dollari all'anno, secondo un rapporto del 2018 dell'Integrated Benefits Institute (IBI).

Investimenti per migliorare l’igiene nei bagni e nelle zone comuni, non solo andranno a vantaggio di un'azienda introducendo un ambiente di lavoro più sano e più felice per il personale, ma potrebbero anche consentire alle aziende di perdere meno giorni per malattia e di conseguenza sperimentare un aumento della produttività.

Scopri le nostre soluzioni per l'igiene dei bagni negli Uffici