Settimana mondiale dell'incontinenza

Ogni anno la Federazione Mondiale delle persone che soffrono di problemi e disturbi legati all'incontinenza (WFIP) organizza la World Continence Week. Una settimana per sensibilizzare ed aumentare la consapevolezza dei problemi legati all'incontinenza e contribuire a migliorare il benessere e la qualità della vita delle persone. Giunta all’undicesima edizione, la WCW si svolgerà dal 17 al 23 giugno 2019

L'incontinenza può avere un profondo impatto sulla qualità della vita delle persone, nelle relazioni, e anche sul lavoro. Chi soffre di questa patologia, può provare diversi disagi ed imbarazzo, a causa delle difficoltà con cui gestire questa particolare condizione.

Si stima che l'incontinenza colpisca circa il 12% delle donne e il 5% degli uomini in tutto il mondo, ovvero oltre 423 milioni di persone con più di 20 anni. Sebbene l'incontinenza urinaria sia più diffusa, l'incontinenza fecale è segnalata in circa il 6% di persone al di sotto dei 40 anni e fino al 15% negli anziani.

L'incontinenza fecale e urinaria combinata colpisce in generale il 10% delle donne e il 6% degli uomini e raggiunge quasi il 50% delle persone nelle case di cura.

La preoccupazione pratica nella gestione dell'incontinenza può rendere le persone meno propense a frequentare luoghi pubblici o di lavoro, per la paura di non trovare servizi igienici e toilette adeguate, dotate di tutti i comfort. Gli studi hanno rilevato che circa il 30% delle donne, si assenta dal posto di lavoro, perdendo circa 30 ore lavorative all'anno.

Patologie come l'obesità, il diabete e altre malattie croniche, unite all'invecchiamento generale della popolazione, sono condizioni che influenzano l'aumento di questa patologia nelle persone.

Tutti hanno bisogno di accedere a servizi igienici adeguati al lavoro o presso qualsiasi luogo pubblico, soprattutto le persone con problemi di incontinenza, hanno la necessità di usare le toilette più frequentemente, con maggiore urgenza e per tempi prolungati.

Le strutture pubbliche spesso trascurano i servizi igienici, in particolare quelli maschili. In alcuni paesi questa mancanza di attenzione si è tradotta nella formulazione di nuove normative. Ad esempio, in Germania è stata introdotta una norma per adeguare la fornitura di strutture igieniche per lo smaltimento nei bagni di lavoro per uomini.

Poiché l'incidenza di incontinenza intestinale e urinaria è in aumento, è necessario fornire strutture migliori nei luoghi pubblici. I responsabili di strutture pubbliche come uffici, scuole, hotel, centri commerciali e RSA hanno la responsabilità di migliorare i loro bagni per far fronte a queste “disabilità invisibili”.

Initial Italia, presta attenzione a queste particolari esigenze per consentire ai malati di incontinenza di gestire le loro particolari condizioni.

Initial Italia contibuisce alla diffusione informativa della WCW, in qualità di promotore di buone pratiche igienico-sanitarie nel luoghi pubblici, per la salvaguarda della salute delle persone.

Segui la nostra campagna di sensibilizzazione sul nostro canale LinkedIn e scarica l'infografica dedicata.

Condividi e commentata con l’hashtag #WCW19